A) L'Assemblea Generale della OINA risolve di continuare a promuovere la conoscenza della Filosofia e a fare della pratica filosofica un stile di vita quotidiano, per avvicinare gli esseri umani alla convivenza e alla solidarietà, ai valori etici e civili, per affrontare, con maggiore efficacia, la crisi globale che sta vivendo l'Umanità.

Per questo propone alle Associazioni aderenti di promuovere programmi congiunti nell'ambito della Filosofia, della Cultura e del Volontariato e di realizzare attività finalizzate allo sviluppo della dignità umana.

B) Il Programma di Studi della Scuola di Filosofia alla maniera classica è un ulteriore elemento da utilizzare nell'importante lavoro di formazione che offre la OINA a tutto il mondo.

Per questo propone alle Associazioni aderenti di continuare ad approfondire lo studio nei diversi livelli di questo Programma ed acquisire una adeguata preparazione attraverso i titoli di Esperto, Specialista e Master. Tale approfondimento è utile al miglioramento di se stessi nei valori del rispetto e della fraternità umana e contribuisce alla formazione di una società migliore.

C) Riconosce che, nello scorso anno, si è realizzata una notevole attività nelle duecento sedi presenti nel mondo e che l'azione della OINA è stata rilevante ed efficace, avendo anche ottenuto moltissimi riconoscimenti da importanti istituzioni pubbliche e private che hanno elogiato il lavoro umanitario e filosofico di Nuova Acropoli.

A tale scopo, propone alle Associazioni aderenti continuità nelle azioni sociali a favore di quanti si trovano in situazioni di difficoltà e di abbandono, utilizzando esperienze  consolidate di formazione ed educazione, quale apporto reale e concreto a tanta parte del pianeta.

D) Gli interventi realizzati nello scorso anno dalle organizzazioni ed associazioni aderenti alla OINA, per la difesa dell'ambiente, sono stati realmente encomiabili e sono visibili nell'Annuario di Attività presentato in questa Assemblea Generale.

L'Assemblea raccomanda quindi alle associazioni aderenti di contribuire a preservare il nostro pianeta comune, la Terra, e di continuare a realizzare interventi educativi e concreti nell'ambito dell'ecologia e dell'ambiente. Stabilisce anche di tenere conto della proposta della Nazioni Unite nel suo Programma per l'Ambiente (PNUMA), in cui si fa un riferimento al premio Campioni della Terra 2014, per approvare e premiare quelle azioni e quelle leaderschip che hanno avuto un impatto positivo sull'ambiente.